Gap year

Inglesi e americani, che lo hanno inventato ormai mezzo secolo fa, lo chiamano “gap year”. Noi per ora non abbiamo importato il termine, ma la tendenza sì: sono sempre di più̀ i giovani italiani che dopo il diploma decidono di concedersi un anno sabbatico per orientarsi nella scelta, prima di affrontare l’università o cominciare il proprio percorso lavorativo.

Il Gap Year si articola in lezioni di front e laboratori fino a 480 ore, distribuite in 4/6 ore giornaliere e ha una durata che varia da sei mesi fino all’intero anno accademico.

Se hai terminato la  Scuola secondaria di II grado e ti senti indeciso sulla scelta universitaria  a causa delle differenti potenzialità e attitudini che senti di possedere, puoi trovare nei nostri percorsi di orientamento,gestiti da professori, esperti orientatori, pedagogisti, psicologi e rappresentano un servizio di supporto alla transizione, la giusta soluzione in linea con i tuoi desideri, interessi e valori professionali.

Ci prefiggiamo di:

  • attivare un processo di autoconsapevolezza delle tue conoscenze, competenze e caratteristiche personali;
  • analizzare e, se necessario, aiutarti a ri-orientare desideri e progetti professionali nell’ambito delle tue attitudini e potenzialità;
  • accompagnarti verso una scelta del Corso di studio valida, motivata, appropriata e consapevole dandoti alla fine dell’anno una competenza professionale specifica che potrai utilizzare come sbocco professionale e nel contempo darti una panoramica di tutte le discipline che dovrai affrontare inerenti al corso di laurea verso il quale sei orientato;
  • darti la possibilità, alla fine del percorso, di poter scegliere se inserirti nel profilo professionale della competenza acquisita e quindi cominciare subito a lavorare, oppure continuare a studiare iscrivendoti al corso di laurea di cui già ti sono state presentate le difficoltà delle discipline.

La scelta del percorso universitario oltre a essere frutto di un’attenta analisi ed elaborazione di dati relativi a Corsi di studio, sedi delle attività didattiche, servizi per gli studenti, sbocchi professionali, è soprattutto il risultato di molteplici fattori legati alle caratteristiche personali di chi deve effettuare questa scelta, che, spesso, risulta particolarmente confusa.

Seguire i corsi HUPPETS,  significa fare un’esperienza diversa unita dal filo comune dell’arricchimento umano che, contrariamente a quanto si pensa, inizia ad avere un impatto positivo anche sui curricula.