Dipartimento di Pedagogia Forense

Il Dipartimento di Pedagogia Forense è una assoluta novità nell’ambito della ricerca scientifica in termini di finalità integrative dei sistemi di diritto.

Il Dipartimento si focalizza sulla necessità di dare rilevanza sanzionatoria alla norma, non tanto in termini espressivi e normativi, quanto più in termini di coscienza esperienziale connessa alla ineludibilità del rispetto dei diritti e dei doveri. Ciò è però possibile solo laddove esista una percezione profonda delle cause della norma e pertanto una interiorizzazione della cogenza insita nel concetto stesso pur se diversamente formulato. Il rispetto delle norme infatti non appare causato dalla sanzione quanto più dalla connotazione di esigenza esistenziale del suo rispetto.

Questo lo si percepisce già nell’osservazione dell’evoluzione dei diversi ordinamenti giurisprudenziali che nel tempo hanno espresso posizioni di diritto anche controverse. Il compito del Dipartimento è nella ricerca scientifica che accomuni i due grandi sistemi di diritto attualmente praticati nel mondo e che vanno sotto il nome di “Common Law” e di “Civil Law”.

Il primo fondato sulla ripetitività della procedura che porta ad analogie di risultato, il secondo imperniato sull’interpretazione e sui gradi di giudizio espressi da corti diversamente composte. Tale valutazione appare calzante per tutte le branche della giurisprudenza, penale, civile, amministrativa, contrattuale, del lavoro, umanitaria, europea o internazionale, sia pubblica che privata ed è l’unico modo per permettere a popoli con ordinamenti diversi di potersi incontrare sul piano del medesimo concetto di diritto.

Il fine della ricerca scientifica del Dipartimento è la visione pedagogica che deve essere trasmessa agli ordinamenti per ricercare la certezza del diritto che sia scritto o consuetudinario. Questa posizione deriva dalla evidenza che soltanto se si pratica una pedagogia forense, comprensiva di tutti gli elementi connessi all’attività che caratterizza la giurisprudenza nel suo insieme, si potrà raggiungere un’equa percezione della cogenza della norma come elemento primario dell’organizzazione sociale.

Le discipline connesse al Dipartimento sono:

  • Pedagogia forense
  • Pedagogia dei diritti umani e dell’inclusione
  • Psicologia del rapporto educativo
  • Processi cognitivi disfunzionali
  • Gestione delle Relazioni di Marginalità
  • Gestione giuridico-amministrativa delle Politiche Sociali
  • Controversie contrattuali
  • Controversie e criminalità
  • Pedagogia giuridica
  • Orientamento Pedagogico e Giuridico Familiare
  • Orientamento giuridico e Medico Educativo
  • Criminologia e ausili della devianza
  • Lo sviluppo metropolitano: scenario della devianza minorile
  • Disagio e categoria della frammentazione
  • Mediazione e conciliazione Socio–Legale
  • Mediazione di Sostegno e di Protezione Civile
  • Sistemi di Perizia delle Devianze
  • Sistemi di perizia investigativa
  • Bullismo, “baby-gang” e “guappismo”: fenomeni in espansione
  • Punti di forza per il pedofilo/cyber-stalker
  • Cause manifeste e recondite della criminalità organizzata.